Nella filiera dei lubrificanti ci si concentra con assoluta priorità sulla raccolta, recuper e riciclo dell’olio esausto, supportati in questo dal CONOU (Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati).
Il CONOU coordina l’attività di 64 aziende private di raccolta distribuite su tutto il territorio nazionale che ogni giorno raccolgono i lubrificanti usati dai detentori di questo rifiuto, incluse le officine.
Purtroppo, se è vero che l’olio esausto rappresenta un pericolo per l’ambiente ed una risorsa se riciclato, altrettanto si può dire degli imballaggi in cui è contenuto l’olio nuovo o esausto.
Fusti di metallo, secchi di plastica, taniche, flaconi e barattoli sono tutti preziose materie seconde che possono essere recuperate e riciclate.
Il loro contenuto d’olio residuo è inquinante e per questo andrebbe raccolto in maniera differenziata e conferito a concessionari per la raccolta di questo tipo di rifiuti.
OIL2B vuole focalizzare la propria attenzione anche su questa parte della filiera dell’olio lubrificante e offre, alle officine che ne fanno richiesta, un servizio di recupero e smaltimento degli imballaggi sporchi di olio.
Il nostro sogno e la nostra visione futura è quella di poter riempire nuovamente gli imballaggi di volume consistente (fusti) e renderli all’officina di nuovo pieni, in modo da rendere tutta la filiera più efficiente ed evitare sprechi.